Giancarlo Corbellini

Scrittore ed esploratore

L’Italia è lunga. 1.500 chilometri ci ricordano i geografi. Dalle Alpi Aurine al capo dell’Isola delle Correnti in Sicilia. L’Italia è lunga, ma la si può percorrere in solo due ore, naturalmente servendoci dell’aereo.

Oggi tutto è improntato alla velocità, a guadagnare tempo sia nelle trasmissioni di notizie, sia nei trasporti: collegamenti internet a banda larga, la TAV. I miti dei ragazzi sono la Ferrari e Valentino Rossi.

Noi vogliamo invece fare un elogio alla lentezza. E’ questo infatti il modo migliore per conoscere l’anima dell’Italia. Esplorare e gustare il nostro paese chilometro dopo chilometro. Non solo l’Italia “paludata”, quella delle città e dei monumenti di fama internazionale, ma anche quella definita “minore”. Minore ma con la M maiuscola perché anch’essa ricca di straordinarie valenze naturali e artistiche.

Vedete, io ho avuto modo di visitare quasi tutti i paesi del mondo e da questa mia esperienza ho portato a casa una certezza. L’Italia è davvero un paese unico.

Pensate a un mosaico, un puzzle. Ebbene quello dell’Italia è formato da centinaia e centinaia di piccoli tasselli ognuno con la propria individualità. I paesaggi: dalle coste marine alle colline, dalle montagne ai laghi, dalle pianure al corso sinuoso dei fiumi che le solcano, il tutto si succede senza soluzione di continuità. Dalle regioni amministrative, alle province, ai comuni, alle regioni storiche: ognuna di esse è in grado di presentare una ricchezza di valenze storiche e artistiche d’eccezione. E’questa varietà, retaggio anche e soprattutto di vicende storiche molto complesse, che fa la ricchezza d’Italia.

Per comprenderlo abbiamo suddiviso l’Italia in 90 territori di interesse riferiti a quattro macroregioni: l’Italia Nord Occidentale, l’Italia Nord Orientale, l’Italia Centrale e l’Italia del Mediterraneo. Vi proponiamo quindi questo lungo ma emozionante viaggio per scoprire ogni tassello e metterlo al suo posto così da completare quello straordinario mosaico che è l’Italia. E vi assicuro, non mancheranno le sorprese !

A presto !
Giancarlo Corbellini