BOLOGNA “LA DOTTA”, L’ACETO BALSAMICO DI MODENA E I VINI DI NONANTOLA



Scarica la Brochure del viaggio BOLOGNA “LA DOTTA”, L’ACETO BALSAMICO DI MODENA E I VINI DI NONANTOLA

Primo Giorno: PARTENZA – IL SANTUARIO DELLA MADONNA DI SAN LUCA E  BOLOGNA

Ritrovo dei partecipanti secondo orario e luogo convenuto e partenza dalla propria località in Bus G.T. per l’Emilia Romagna. Sosta lungo il percorso. In tarda mattinata arrivo a Bologna e salita per la visita guidata al Santuario della Madonna di San Luca, risalente al XVII secolo che sorge sul colle della Guardia: il portico costruito per raggiungere il Santuario a piedi è composto da ben 666 archi ed è lungo più di tre chilometri e mezzo. Il cupolone del santuario e il lungo porticato che lo collega alla città sono un’inconfondibile caratteristica del panorama cittadino, visibili a grande distanza anche da buona parte del territorio bolognese. Al termine della visita sistemazione in hotel e pranzo. Nel pomeriggio visita guidata (solo esterni) di Bologna: la Piazza Maggiore con i monumenti più importanti; il Palazzo di Re Enzo (utilizzato come prigione per il figlio dell’Imperatore Federico II di Svevia), il Palazzo Comunale e dei Notai, la Fontana di Nettuno, la Basilica di San Petronio (nel cui interno si trova la famosa meridiana), il Palazzo del Podestà (costruito dal bolognese Fioravanti architetto del Cremlino a Mosca.), il Palazzo dell’Archiginnaso (prima sede dell’antica Università), la Torre della Garisenda e la Torre degli Asinelli (visitabile con una salita di 500 gradini e oggi simbolo della città). . . Durante la visita avremo modo di percorrere le vie del mercato antico dove Bologna “la Grassa” ritrova tutto il suo significato con cascate di parmigiani e prosciutti, frutta e verdura dai mille colori…Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Secondo Giorno: MODENA E LA VISITA IN ACETAIA

Colazione in hotel e partenza per la visita guidata con degustazione presso un’ acetaia nei dintorni di Modena. Vengono proposte due categorie di Aceto balsamico tradizionale di Modena: ABTM e DOP, che si differenziano esclusivamente per l’invecchiamento. La degustazione prevista prevede l’assaggio di alcuni prodotti tipici del territorio abbinati all’aceto balsamico, come il Parmigiano Reggiano, crostini e vino. (N.B. L’acetaia può ospitare al massimo 25 persone per volta. In caso di gruppi più numerosi la visita della durata di ca. 2 ore avverrà in due turni alternandola a quella della città di Modena). Pranzo in ristorante. A seguire visita guidata (solo esterni) di Modena, risalente al 183 a.C, fu una colonia romana. Da non perdere: il Duomo capolavoro dell’architettura romanica europea dell’XI-XII secolo e la sua torre campanaria, meglio nota come “Ghirlandina”, alta 86 metri. Il Palazzo Comunale (solo esterni) che ospita, al suo interno, la Secchia rapita, sottratta dai modenesi ai bolognesi nella battaglia di Zappolino nel 1325, la trecentesca chiesa di San Agostino, trasformata nel corso della seconda metà del Seicento che conserva, al suo interno, una Deposizione dalla Croce di Antonio Begarelli e una Madonna col bambino di Tommaso da Modena e il Palazzo dei Musei (solo esterni) che ospita la Galleria Estense, una fra le collezioni d’arte più ricche d’Europa. Nel tardo pomeriggio rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Terzo Giorno: NONANTOLA, LA DEGUSTAZIONE IN CANTINA E RIENTRO

Colazione in hotel e partenza per la visita guidata (solo esterni) di Nonantola, nata come colonia romana, è famosa principalmente per la sua storia medievale legata al monastero benedettino di San Silvestro, fondato nel 752 d.C. dal longobardo Anselmo. Centro culturale e cuore religioso di primaria importanza della storia dell’Europa medievale, il complesso abbaziale di Nonantola è ancora oggi fulcro storico-artistico-architettonico e turistico del paese emiliano e della provincia di Modena. A testimoniare la grandezza di questo luogo nella storia, restano oggi la splendida Basilica Abbaziale dedicata a San Silvestro I Papa ed il Palazzo Abbaziale, sede del Museo Benedettino e Diocesano d’Arte Sacra. A seguire partenza per la visita e il pranzo/degustazione a buffet presso un’Antica Cantina alle porte di Modena dove passato e presente si fondono alla perfezione, cantina e museo sono una cosa sola. Qui viene prodotto il Lambrusco ed ogni passaggio della filiera è svolto internamente, dalla vigna alla bottiglia, un percorso a km zero, proprio come facevano gli artigiani di una volta. Qui ivini autentici che hanno saputo attraversare immutati i secoli come il Lambrusco di Sorbara e il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro che si bevevano una volta nelle osterie di Modena, sono affiancati da straordinari Cru di Lambrusco di Sorbara rifermentati in bottiglia. Partenza per il rientro alla propria località previsto in serata.

La quota comprende:

Trasporto in Bus G.T. – Vitto ed alloggio autista – Sistemazione presso nostro CITHOTEL 4* in camere doppie con servizi – Trattamento di pensione completa dal pranzo del 1°gg. al pranzo del 3°gg. (il pranzo del 3°gg. è previsto a buffet in cantina) – Bevande incluse ai pasti (1/4 di vino + ½ di acqua a persona a pasto ) – Degustazione in salumeria a Bologna (1°gg.) – Visita + degustazione in Acetaia (2°gg.) – Visite guidate come da programma – Assicurazione medico/bagaglio.

La quota non comprende:

Nostro Accompagnatore – Ingressi a Musei, Monumenti, Palazzi, Castelli,  Ville o altro menzionato nel programma – Tassa di soggiorno (da pagarsi in loco, se dovuta) – Mance – Facchinaggio – Assicurazione Annullamento – Extra di carattere personale e quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.

RICHIESTA DI PREVENTIVO NON IMPEGNATIVO

TUTTI I CAMPI SONO OBBLIGATORI, SOLO IL CAMPO NOTE E' FACOLTATIVO

Il trattamento dei dati personali – il cui conferimento è necessario per la conclusione e l'esecuzione del contratto – è svolto, nel pieno rispetto del D. Lgs. 196/2003, in forma cartacea e digitale. I dati saranno comunicati ai soli fornitori dei servizi compresi nel pacchetto.