CICLOTURISMO ED ENOGASTRONOMIA TRA LE VALLI PUSTERIA E AURINA



Scarica la Brochure del viaggio CICLOTURISMO ED ENOGASTRONOMIA TRA LE VALLI PUSTERIA E AURINA

Primo Giorno: PARTENZA – VAL PUSTERIA E LA LAVORAZIONE DEL LATTE
Ritrovo dei partecipanti secondo orario e luogo convenuto e partenza dalla propria località in Bus G.T. per il Trentino Alto Adige. Soste e pranzo libero lungo il percorso. Arrivo in Val Pusteria e sosta per la visita ad un caseificio dove ci verrà illustrata l’arte della lavorazione del formaggio in Val Pusteria. Vi siete mai chiesti come i buchi finiscono nel formaggio? Qui scoprirete la risposta e molto altro… Potrete assistere alla dimostrazione dell’intero processo di produzione osservando i formaggiai al lavoro; dalla cagliatura fino alla salatura oltre alla produzione del latte fresco, della panna, burro e yogurt e agli attrezzi necessari per la lavorazione. Nella cantina di maturazione vedrete come avviene lo stoccaggio e maturazione dei formaggi e alla fine il segreto dei buchi vi sarà svelato. Tanti dettagli interessanti e curiosi sulla storia, la tradizione e gli alimenti vi daranno un’impressione della lavorazione del latte nell’Alta Val Pusteria. Degustazione finale e possibilità di acquisto. Proseguimento per l’hotel, sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.

Secondo Giorno: IN BICICLETTA LUNGO LA “PUSTERBIKE”
Colazione in hotel e partenza per un’escursione in bicicletta lungo la “Pusterbike”. Si tratta di un itinerario quasi interamente asfaltato, con brevi tratti su strade sterrate e un tunnel ben illuminato. L’intero percorso parte da Dobbiaco (1240 mt.) per poi scendere a Villabassa, Monguelfo, Valdaora, Perca e Brunico. Fino a qui, sono 35 km quasi interamente in discesa (da 1240 a 840 mt. di altitudine) attraverso prati, campi e boschi dell’Alta Pusteria, passando dal lago di Valdaora e attraverso la gola della Rienza prima di Brunico, dove si passa anche attraverso un tunnel. Dopo aver raggiunto Brunico, la ciclabile prosegue per San Lorenzo di Sebato, Casteldarne/Chienes e Vandoies fino a Rio Pusteria, sempre lungo la Rienza. Dopo Rio Pusteria, il percorso ciclabile si separa dal corso del fiume: nei dintorni di Sciaves imbocca la stradina per Aica e Fortezza, dove si innesta nella pista ciclabile dell’Isarco (Brennero-Bressanone-Bolzano). Il rientro può essere effettuato in bicicletta lungo lo stesso percorso o con il treno. Pranzo in ristorante a base di prodotti tipici locali. Ricordiamo che in Alto Adige si producono ottimi prodotti legati alla cucina locale. Tra gli affettati ricordiamo i wurstel, ne esistono di diversi tipi a seconda degli ingredienti utilizzati per la preparazione e lo speck che ha assunto il marchio IGP; i Tirtlan ripieni, originariamente, con spinaci e ricotta, che vengono servite spesso assieme ad una zuppa d’orzo. Non possono mancare i dolci che ricordano i sapori delle corti di Vienna: la Sachertorte, la torta al cioccolato e marmellata di albicocche; i Krapfen, dolci di pasta lievitata farciti con marmellata o crema bavarese; il Kaiserschmann (frittata dolce dell’imperatore): si tratta di una spessa crêpe cosparsa di zucchero a velo e servita con marmellata o il famoso Alpfelstrudel, lo strudel di mele preparato con le saporite mele dell’Alto Adige, oggi IGT. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Terzo Giorno: ESCURSIONE IN BICICLETTA LUNGO LA VALLE AURINA – RIENTRO
Colazione in hotel e partenza per un’escursione in bicicletta lungo la Valle Aurina. La pista ciclabile che collega tutta la Valle Aurina con Brunico è una delle più affascinanti di tutta la Pusteria. Il 90% prevede percorso facile su asfalto. Il panorama è straordinario e si viaggia quasi sempre su una pista ciclabile. Tutto il percorso mostra la splendida valle con i numerosi castelli arroccati sui fianchi delle montagne, biotopi, masi, mucche, fiumi sempre circondati da vette altissime e spesso imbiancate. Tra queste spicca anche la Vetta d’Italia. L’itinerario prevede 17 facilissimi km. da Brunico fino a Campo Tures e per i ciclisti più arditi c’è la possibilità di proseguire e percorrere la naturale continuazione della Valle Aurina: 5 km. fino a Lutago si possono coprire su pista ciclabile sterrata ma poi è consigliabile effettuare l’impegnativa salita sulla statale fino a Casere. Da Campo Tures sono 27 km. impegnativi, però ne vale la pena. Sosta per il pranzo a base di prodotti tipici, tra cui ricordiamo il formaggio grigio della Valle Aurina. Nel pomeriggio partenza per il rientro alla propria località previsto in serata.

La quota comprende:
Trasporto in Bus G.T. – Vitto e Alloggio autista – Sistemazione presso nostro CITHOTEL in camere doppie con servizi – Trattamento di pensione completa dalla cena del 1°gg. al pranzo del 3°gg. con menù a base di prodotti tipici – Bevande incluse ai pasti (1/4 di vino + ½ di acqua a persona a pasto) – 1 visita con degustazione ad un caseificio – Assicurazione medico/bagaglio.
La quota non comprende:
Ingressi a Musei, Monumenti, Ville, Palazzi o altro menzionato nel programma se non incluso ne “la quota comprende” – Assicurazione Annullamento – Mance – Facchinaggio – Tassa di Soggiorno (da pagarsi in loco se dovuta) – Extra di carattere personale e tutto quanto non indicato ne “La quota comprende”.

RICHIESTA DI PREVENTIVO NON IMPEGNATIVO

TUTTI I CAMPI SONO OBBLIGATORI, SOLO IL CAMPO NOTE E' FACOLTATIVO

Il trattamento dei dati personali – il cui conferimento è necessario per la conclusione e l'esecuzione del contratto – è svolto, nel pieno rispetto del D. Lgs. 196/2003, in forma cartacea e digitale. I dati saranno comunicati ai soli fornitori dei servizi compresi nel pacchetto.