L’ACQUARIO DI GENOVA, PORTOFINO DAL GOLFO DEL TIGULLIO AL GOLFO DEL PARADISO E IL MUSEO NAVALE DI LA SPEZIA



Scarica la Brochure del viaggio L’ACQUARIO DI GENOVA, PORTOFINO DAL GOLFO DEL TIGULLIO AL GOLFO DEL PARADISO E IL MUSEO NAVALE DI LA SPEZIA

Primo Giorno: PARTENZA – L’ACQUARIO DI GENOVA
Ritrovo dei partecipanti secondo orario e luogo convenuto e partenza dalla propria località in Bus G.T. per la Liguria. Sosta lungo il percorso. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere e pranzo. Nel pomeriggio visita libera all’ Acquario di Genova, inaugurato nel 1992 in occasione delle celebrazioni per i 500 anni della scoperta dell’America insieme all’area del Porto Antico. E’ uno dei più grandi acquari d’Europa e la struttura è stata progettata dall’Architetto Renzo Piano (come tutta l’area del Porto Antico) ed è tale da ricordare una nave adagiata sul porto. Davanti alla struttura, verso il mare, è ancorata una vera nave (anche se non “navigante”) chiamata Nave Italia che ospita parte del percorso espositivo dell’acquario di Genova. All’interno dell’Acquario, oltre alle numerosissime vasche, tre in particolare sono degne di nota al cui interno vi sono rispettivamente: delfini, squali e foche. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Secondo Giorno: PORTOFINO E SAN FRUTTUOSO

Colazione in hotel. In mattinata trasferimento in bus a Camogli. Una volta arrivati incontro con la guida e visita della cittadina. Camogli, borgo marinaro famoso per la sua “palazzata”, la sfilata di slanciati palazzi multicolori alti fino a otto piani come il trecentesco Castello Dragone, di cui oggi rimane solo un torrione quadrato munito di quattro guardiole che si è mantenuto in perfetto stato, o il Monastero di San Prospero, edificato dagli Olivetani nel XIX secolo. (Su richiesta possibilità di visitare il Museo Marinaro Gio Bono Ferrari dove rivivono le vicende colme d’avventura dei marinai che resero celebre Camogli nell’Ottocento). Imbarco in battello per San Fruttuoso: incastonata in una baia del Monte di Portofino, circondata dalla caratteristica vegetazione mediterranea, l’Abbazia di San Fruttuoso si affaccia su uno specchio di mare protetto. Dapprima covo di pirati, poi luogo di preghiera, infine abitazione di pescatori, il complesso di San Fruttuoso conserva la chiesa con l’antica torre e il monastero benedettino del X-XIII secolo col chiostro su due livelli; dal 1200 la sua storia si lega definitivamente con quella dei Principi Doria che l’ampliarono e la elessero a proprio sepolcreto. Ora l’Abbazia è di proprietà del FAI, che, dopo un accurato restauro, la gestisce e la apre regolarmente al pubblico. Proseguimento in battello per Portofino: incastonata in un’insenatura al limite occidentale del Golfo del Tigullio, Portofino (il romano portus delphini) caratterizza questo tratto di costa ligure dando il suo nome sia al Parco Regionale sia alla Riserva Marina. Accoglie il visitatore il bell’Oratorio della Confraternita di Nostra Signora dell’Assunta (1300) con bel portale in ardesia e Cristi lignei all’interno. Facendo una passeggiata lungo il molo è possibile apprezzare una visione d’insieme della famosa baia di Portofino e le statue esposte nel parco del Castello Brown che domina dall’alto. Salendo alla Chiesa di San Pietro, edificata in stile romanico nel 1154 su un precedente tempio longobardo, si può godere di una notevole veduta panoramica. Da qui, con una passeggiata, si raggiunge il Faro di Punta del Capo. Rientro in battello a Santa Margherita Ligure: centro turistico della Rivera di Ponente del Golfo del Tigullio, è conosciuta anche com l’appellativo di “Perla del Tigullio”. Nei pressi del lungomare, dove sorge la statua di Colombo, si può ammirare la facciata barocca della Basilica di S. Margherita d’Antiochia (1658). Proseguendo s’intravede la bella facciata barocca di San Giacomo di Corte che svetta in cima ad una scalinata rivolta verso il mare. Scendendo si arriva di fronte all’Oratorio di Sant’Erasmo (XVII sec.) con facciata policroma. Una piccola barca in legno posta sul sagrato ricorda che il santo è considerato il protettore dei naviganti. Poco distanti sono la Chiesa dei Cappuccini, che conserva una statua mariana del XII secolo, ed il Castello, eretto in pochi mesi in seguito alle incursioni dei pirati (1550). Pranzo con cestino in corso di escursione fornito dall’hotel. Rientro in bus in hotel, cena e pernottamento.

Terzo Giorno: IL MUSEO NAVALE DI LA SPEZIA E RIENTRO

Colazione in hotel. In mattinata partenza per il rientro. Sosta a La Spezia e visita guidata della città e del Museo Tecnico Navale di La Spezia, istituito per mantenere vivo il culto delle tradizioni della Marina Militare, raccogliere e degnamente custodire le cose che parlano del suo passato di gloria, di sacrificio e di onore e documentare, altresì, l’evoluzione tecnica della costruzione delle navi nella guerra marittima. La visita al Museo propone, pertanto, con grande precisione, la conoscenza di situazioni e di ambienti d’epoca, con l’esposizione di modelli, carte geografiche, fotografie e documenti che riescono a far “vivere” al visitatore la successione degli avvenimenti della storia navale, dalle origini della navigazione ai nostri giorni. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio partenza per il rientro alla propria località.

La quota comprende:
Trasporto in Bus G.T. – Vitto e Alloggio autista – Sistemazione presso nostro CITHOTEL in camere doppie con servizi – Pensione completa dal pranzo del 1°gg. al pranzo del 3°gg. – Bevande incluse ai pasti (1/4 di vino + ½ di acqua a persona a pasto) – Visite guidate come da programma – Ingresso all’Acquario di Genova, all’Abbazia di San Fruttuoso e al Museo Navale di La Spezia – Battello Camogli/S. Fruttuoso/Portofino/S.ta Margherita Ligure – Assicurazione medico/bagaglio.
La quota non comprende:
Nostro Accompagnatore – Ingressi a Musei, Monumenti, Ville, Palazzi o altro menzionato nel programma se non incluso ne “La quota comprende – Assicurazione Annullamento – Mance – Facchinaggio – Tassa di Soggiorno (da pagarsi in loco, se dovuta) – Extra di carattere personale e tutto quanto non indicato ne “La quota comprende”.

RICHIESTA DI PREVENTIVO NON IMPEGNATIVO

TUTTI I CAMPI SONO OBBLIGATORI, SOLO IL CAMPO NOTE E' FACOLTATIVO

Il trattamento dei dati personali – il cui conferimento è necessario per la conclusione e l'esecuzione del contratto – è svolto, nel pieno rispetto del D. Lgs. 196/2003, in forma cartacea e digitale. I dati saranno comunicati ai soli fornitori dei servizi compresi nel pacchetto.