LE CITTA’ DI TUFO E LE NECROPOLI ETRUSCHE



Scarica la Brochure del viaggio LE CITTA’ DI TUFO E LE NECROPOLI ETRUSCHE

Primo Giorno: PARTENZA – CIVITA DI BAGNOREGIO, “LA CITTA’ CHE MUORE”
itrovo dei partecipanti secondo orario e luogo convenuto e partenza dalla propria località in Bus G.T. per il Lazio. Sosta lungo il percorso. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere e pranzo. Nel pomeriggio trasferimento per la visita guidata di Civita di Bagnoregio, esempio di meraviglia unico nel suo genere. Unita al mondo solo da un lungo e stretto ponte (l’ultimo tratto è molto ripido), la “Città che muore”, ormai da tempo così chiamata a causa dei lenti franamenti delle pareti di tufo, racchiude un ciuffo di case medioevali ed una popolazione di pochissime famiglie. Appoggiata dolcemente su un cucuzzolo, la cittadina sovrasta imperiosamente l’immensa vallata sottostante, offrendo così al turista un incantevole e indimenticabile scenario. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Secondo Giorno: PITIGLIANO – SOVANA – VITERBO
Pensione completa in hotel. In mattinata visita guidata (solo esterni) di Pitigliano, splendido borgo dove ogni epoca ha lasciato un segno: etrusca, romana e medievale. Qui ogni popolo ha scavato il tufo creando una città sotto la città: cunicoli, pozzi, tombe, cantine, colombari. A seguire Sovana, città dal passato fortificato, come testimonia la rocca del ‘200, che ha consentito al cuore storico del paese di rimanere inalterato nel tempo. Nel pomeriggio visita guidata di Viterbo, centro etrusco, posto in una zona pianeggiante lungo la via Cassia. Residenza papale fino al sec. XIV e poi città della Chiesa per eccellenza, conobbe proprio durante il Medioevo un periodo di grande splendore. Il centro storico ha mantenuto pressoché intatte le atmosfere medievali che si ritrovano lungo via San Lorenzo con la torre di Bergognone e la chiesa del Gesù. Interessanti anche la cattedrale, il duecentesco palazzo dei Papi e la chiesa di S. Francesco.

Terzo Giorno: SUTRI – IL PRANZO IN AGRITURISMO E TARQUINIA
Colazione in hotel e partenza per la visita guidata (solo esterni) di Sutri, la città antichissima nel cui centro storico si fa notare il Duomo in forme romaniche, probabilmente su precedente costruzione paleocristiana, e completamente rimaneggiato nel Settecento. Fra le altre chiese merita una visita quella di San Silvestro, il cui altare è formato da un antico sarcofago. Partenza verso Tarquinia e sosta lungo il percorso per il pranzo in Agriturismo. Inoltrandovi nel cuore della campagna Viterbese, incontrerete una collina di boschi e vigneti dove, collocato in posizione panoramica con vista su Montefiascone e Viterbo, sorge l’agriturismo. E’ il luogo ideale per trascorrere una piacevole giornata a contatto con la natura riscoprendo ritmi e sapori contadini. L’agriturismo gestisce circa 20 ettari di terreno, in cui vengono coltivati con passione ulivi, noccioleti, ortaggi e vigneti. Le attività agricole e di allevamento sono certificate come biologiche, come anche le attività di trasformazione del latte, della carne, delle olive, del vino e delle nocciole. Questo agriturismo propone una cucina tradizionale, legata al territorio con un menù variabile nell’anno, in base alla stagione e con prodotti disponibili in loco. Il 90% delle materie prime che compongono il menù, sono coltivate direttamente dall’azienda. Nel pomeriggio visita guidata (solo esterni) a Tarquinia, borgo costituito da 18 torri superstiti e da una lunga cinta muraria che circonda il centro storico, quale testimonianza dell’importanza che nel medioevo ha avuto questa cittadina. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Quarto Giorno: ORVIETO – RIENTRO
Colazione in hotel e partenza per il rientro. Sosta per la visita guidata (solo esterni) di Orvieto, cittadina costruita su una rupe isolata e dall’aspetto quasi inaccessibile. Di origine etrusca, l’attuale aspetto di città costruita sul tufo e collegata da mille pozzi e cunicoli scavati nella pietra risale per la maggior parte al periodo comunale, epoca nella quale vennero costruiti i monumenti più insigni e furono gettate le basi per quella straordinaria abilità nel lavorare la ceramica che è ancora una delle caratteristiche degli artigiani della città. Il Duomo di Orvieto è un meraviglioso esempio di architettura romanico-gotico iniziato nel 1290 su volontà di papa Nicolò IV allo scopo di dare una degna collocazione al Corporale del Miracolo di Bolsena; fu poi continuato da Lorenzo Maitani al quale si deve in particolare la mirabile facciata con i suoi eccezionali bassorilievi. Il Duomo è da sempre intitolato alla Madonna Assunta. (Facciamo presente che il bus può scaricare a caricare a ca. 800 mt. dal centro. Si può proseguire a piedi o utilizzare una navetta al costo di € 1,00 a persona a tratta). Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio partenza per il rientro alla propria località.

La quota comprende:
Trasporto in bus G.T. – Vitto e Alloggio autista – Sistemazione presso nostro CITHOTEL in camere doppie con servizi – Pensione completa dal pranzo del 1°gg. al pranzo del 4°gg. – Bevande incluse ai pasti (1/4 di vino + ½ di acqua a persona a pasto) – Pranzo del 3°gg. in Agriturismo nelle campagne Viterbesi – Visite guidate come da programma – Assicurazione medico/bagaglio.
La quota non comprende:
Nostro Accompagnatore – Ingressi a Musei, Monumenti, Ville, Palazzi o altro menzionato nel programma se non incluso ne “La quota comprende – Assicurazione Annullamento – Mance – Facchinaggio – Tassa di Soggiorno (da pagarsi in loco, se dovuta) – Extra di carattere personale e tutto quanto non indicato ne “La quota comprende”.

RICHIESTA DI PREVENTIVO NON IMPEGNATIVO

TUTTI I CAMPI SONO OBBLIGATORI, SOLO IL CAMPO NOTE E' FACOLTATIVO

Il trattamento dei dati personali – il cui conferimento è necessario per la conclusione e l'esecuzione del contratto – è svolto, nel pieno rispetto del D. Lgs. 196/2003, in forma cartacea e digitale. I dati saranno comunicati ai soli fornitori dei servizi compresi nel pacchetto.