LE VALLI ALLE SPALLE DI CHIAVARI, LE BOTTEGHE STORICHE DI GENOVA E LA SETA DI ZOAGLI



Scarica la Brochure del viaggio LE VALLI ALLE SPALLE DI CHIAVARI, LE BOTTEGHE STORICHE DI GENOVA E LA SETA DI ZOAGLI

Primo Giorno: PARTENZA – GENOVA, LE BOTTEGHE STORICHE E L’ARTIGIANATO LIGURE
Ritrovo dei partecipanti secondo orario e luogo convenuto e partenza dalla propria località in Bus G.T. per la Liguria. Sosta lungo il percorso. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere e pranzo. Nel pomeriggio visita guidata di Genova – Tour delle Botteghe Storiche e Artigianato Ligure. Genova è città di antiche botteghe e locali, spesso conservati come 100-150 anni fa sotto la protezione dei beni monumentali. Gli itinerari a piedi nel centro storico, oltre a toccare i principali monumenti, vi condurranno alla scoperta di questi piccoli gioielli nascosti. Si vedranno: una polleria, una tripperia, una macelleria, una barberia liberty, il caffè Klainguti, frequentato da Giuseppe Verdi e la pasticceria/confetteria Romanengo (Itinerario soggetto agli orari/giorni di chiusura delle botteghe). Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Secondo Giorno: LE VALLI FONTANABONA E STURLA ALLE SPALLE DI CHIAVARI
Colazione in hotel e partenza per l’escursione di intera giornata alle Valli Fontanabona e Sturla che si aprono alle spalle di Chiavari e di Lavagna. Poco dopo la confluenza del torrente Lavagna nel torrente Entella si incontra il Comune di Cogorno dove, in frazione San Salvatore, una viuzza immette in una piazza pavimentata in ciottoli marini (acciottolato ligure) e ancora intatta. Qui si erge la basilica dei Fieschi ma non solo: di fronte c’è la chiesa settecentesca con accanto il palazzo della famiglia Fieschi e l’atmosfera è quella propria dei borghi medioevali. Proseguendo entriamo nella valle Sturla occupata dai territori dei Comuni di Mezzanego e Borzonasca. Muretti di pietra e zolle e case coloniche in pietra che caratterizzano l’aspetto della zona sono veri “monumenti” poveri che sintetizzano i contenuti di una cultura contadina costretta dalle caratteristiche dell’ambiente a sfruttare ogni spazio ed ogni risorsa, terrazzando quindi i fianchi delle colline, a volte ripidissime, per strappare dal monte spazi lavorabili e garantire l’importantissimo equilibrio idrogeologico. Attraversando prima i noccioleti, poi i maestosi castagneti raggiungiamo la zona delle faggete. Ci fermeremo a Borzone dove si trova uno dei principali luoghi di culto della valle, l’Abbazia di Sant’Andrea, con i resti del monastero le cui origini sono ancora oggi incerte, ma che fu un’importante centro religioso dei monaci colombaniani provenienti dall’abbazia di San Colombano di Bobbio in provincia di Piacenza che dominavano la zona per poi diventare nei secoli successivi proprietà della famiglia Fieschi di Lavagna. Pranzo in ristorante a base di prodotti tipici locali. Proseguimento per la Valle Fontanabuona lungo l’itinerario della “Via della pietra nera” dell’Ecomuseo dell’ardesia. Il sistema museale presenta una struttura espositiva a tappe realizzata sul territorio della Comunità Montana Fontanabuona per far conoscere il territorio in cui viene estratta l’ardesia, tipica pietra locale. Il percorso, di particolare interesse storico e culturale, offre la possibilità di scoprire dal vivo la storia dell’ardesia, “pietra nera” dai mille usi, così intimamente legata alla vita quotidiana, all’architettura e al paesaggio della Liguria. Faremo tappa alla cava-museo sotterraneo di Isolona di Orero e a Cicagna. La prima illuminata in modo da mettere in risalto le particolarità geologiche e i segni lasciati dal secolare lavoro dell’uomo mentre a Cicagna si trovano il Museo dell’Ardesia e il centro espositivo del Chiapparino, antico opificio per la lavorazione dell’ardesia con una ciminiera di inizio Novecento. All’interno sono esposti i celebri biliardi fatti con l’ardesia della Fontanabuona, le lavagne, i rivestimenti, la pavimentazione da interno e da esterno e tutto quanto viene prodotto e commercializzato con l’ardesia. Bellissimo il biliardo originale che fu utilizzato da Paul Newman nel film “Il colore dei soldi”. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Terzo Giorno: I LABORATORI DI SETA DI ZOAGLI E RIENTRO
Colazione e pranzo in hotel. In mattinata visita a I Laboratori di Seta di Zoagli dove si potranno ammirare gli antichi telai per la tessitura e dove broccati e velluti vengono ancora tessuti con maestria. Memori di una grande tradizione di creatività artigiana possono regalare emozioni semplici e preziose. Tempo libero presso lo show room per acquisti… Prima del pranzo (tempo permettendo) sosta presso un’enoteca dei dintorni per una degustazione di prodotti locali. Nel pomeriggio partenza per il rientro alla propria località.

La quota comprende:
Trasporto in Bus G.T. – Vitto e Alloggio autista – Sistemazione presso nostro CITHOTEL in camere doppie con servizi – Pensione completa dal pranzo del 1°gg. al pranzo del 3°gg. – Bevande incluse ai pasti (1/4 di vino + ½ di acqua a persona a pasto) – Visite guidate come da programma – Ingresso all’Ecomuseo dell’ardesia e al Laboratorio di Seta di Zoagli – 1 Degustazione – Assicurazione medico/bagaglio.
La quota non comprende:
Nostro Accompagnatore – Ingressi a Musei, Monumenti, Ville, Palazzi o altro menzionato nel programma se non incluso ne “La quota comprende – Assicurazione Annullamento – Mance – Facchinaggio – Tassa di Soggiorno (da pagarsi in loco, se dovuta) – Extra di carattere personale e tutto quanto non indicato ne “La quota comprende”.

RICHIESTA DI PREVENTIVO NON IMPEGNATIVO

TUTTI I CAMPI SONO OBBLIGATORI, SOLO IL CAMPO NOTE E' FACOLTATIVO

Il trattamento dei dati personali – il cui conferimento è necessario per la conclusione e l'esecuzione del contratto – è svolto, nel pieno rispetto del D. Lgs. 196/2003, in forma cartacea e digitale. I dati saranno comunicati ai soli fornitori dei servizi compresi nel pacchetto.