TOUR CALABRIA: LA COSTA VIOLA, L’ASPROMONTE, LOCRI….E TAORMINA



Scarica la Brochure del viaggio TOUR CALABRIA: LA COSTA VIOLA, L’ASPROMONTE, LOCRI….E TAORMINA

Primo giorno: PARTENZA CON VOLO PER LAMEZIA TERME – CATANZARO – SISTEMAZIONE IN HOTEL

Ritrovo dei partecipanti almeno due ore prima della partenza del volo previsto presso l’aeroporto stabilito. Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza per la Calabria. Arrivo all’aeroporto di Lamezia Terme, ritiro dei bagagli, e incontro con il bus per il trasferimento a Catanzaro. All’arrivo pranzo in ristorante e nel pomeriggio visita guidata (solo esterni) della città, alla scoperta del vivace e animato capoluogo della regione, il cui centro storico ricco di viuzze strette, palazzi e piazzette antiche presenta ancora oggi un impianto urbanistico medioevale. Visita al monumentale complesso di S.Giovanni per proseguire verso il Teatro Politeama progettato da Paolo Portoghesi, uno dei maggiori esponenti dell’architettura italiana fino a giungere attraverso un piccolo viale, a Villa Trieste, parco pubblico realizzato nel 1878 tra aiuole fiorite e alberi secolari. Al termine della visita partenza per il sud della Calabria e in serata sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Secondo giorno: IL SITO DI LOCRI EPIZEPHIRI – GERACE

Colazione in hotel e partenza per la Locride. In mattinata visita guidata di Locri Epizephiri, colonia fondata nel 709 a.C. tra le città più importanti della Magna Grecia. La vasta area archeologica costituisce un vero e proprio museo all’aperto che permette di ripercorrere 4000 anni di storia, dall’età del bronzo al periodo tardo antico. Le più antiche testimonianze, sono ascrivibili all’età del bronzo e del ferro. Seguono i numerosi resti della città greca: le mura, i santuari, gli edifici civili. Gli scavi più recenti hanno riportato alla luce opere dell’età romana e tardoantica, le più tarde delle quali risalgono al VII secolo d.C. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita guidata (solo esterni) di Gerace, uno dei centri medioevali più belli e ricchi di storia della Calabria. Essa mantiene intatto ancor oggi l’aspetto di una fortezza con il centro storico ricco di abitazioni e di botteghe di vasai, scavate direttamente nella roccia, ma soprattutto di chiese e antichi palazzi, edificati dai tanti regni che si sono succeduti in questo antichissimo lembo di terra calabrese dal 915 in poi: Locresi, Saraceni, Arabi, Bizantini, Normanni, Svevi, Angioini e Aragonesi. Potremo ammirare la splendida Cattedrale dedicata all’Assunta, la più vasta della Calabria; il Castello fondato dai bizantini e ripensato dai normanni di cui si conservano i pilastri d’imposta del ponte levatoio, il corpo d’ingresso con lo stemma, i resti di un imponente torrione circolare e i ruderi di altri ambienti. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Terzo giorno: MONTE SANT’ELIA – SCILLA – CASTELLO DEI RUFFO – CHIANALEA – REGGIO CALABRIA

Colazione in hotel e partenza verso Scilla. Lungo il tragitto sosta a Monte Sant’Elia per ammirare uno dei panorami più belli della Calabria che spazia sullo stretto di Messina e sulle Isole Eolie. Arriviamo quindi a Scilla e iniziamo la visita al Castello dei Ruffo, ritenuto da molti il più bel castello della Calabria, per l’importanza storica e soprattutto mitologica che esso ha avuto. Descritto già nell’Odissea di Omero, fu spesso teatro di numerose dominazioni a causa della sua favorevole posizione, proprio all’ingresso dello Stretto di Messina. Proseguiamo la visita di Scilla, celebre già nell’antichità, sorge su di uno sperone roccioso che divide lo Stretto di Messina dalla più settentrionale Costa Viola ed è oggi un caratteristico borgo turistico specializzato nella pesca del pesce spada. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio proseguimento verso Reggio Calabria, città fondata nel sec. VIII a.C. da Calcidesi e Messeni, per sorvegliare il transito navale dello stretto. Nei secoli ebbe una ricca storia testimoniata dalle mura greche che corrono lungo il litorale. Essa inoltre venne distrutta più volte, ma ciò non impedì il suo fiorire nel Medioevo, fino a quanto le incursioni del sec. XVI segnarono la sua definitiva decadenza. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Quarto giorno: IL MUSEO MUSABA DI MAMMOLA E PALMI

Pensione completa in hotel. Partenza per Mammola e visita al Musaba: il Museo di Santa Barbara. Si tratta di un Parco Museo laboratorio ospitato in un complesso monastico posto nel cuore della Locride, in prossimità del centro abitato di Mammola. La struttura museale nasce nel 1969 dall’estro creativo di Nik Spatari e Hiske Maas e di altri artisti, architetti, ambientalisti, archeologi. Il museo copre una superficie di 7 ettari al cui interno troviamo l’ex complesso monastico certosino, l’ex stazione ferroviaria Calabro-Lucana, opere di scultura-struttura ambientale, una collezione di opere d’arte visive e la multimediale-biblio-video-fototeca. Tra le antiche mura del complesso monastico trova spazio “Il sogno di Giacobbe” uno straordinario dipinto tridimensionale di 240 metri quadrati realizzato da Spatari, che copre tutto lo spazio della volta e dell’abside della cappella antica dell’abbazia di Santa Barbara. Il tour prevede una passeggiata nel verde, sulla collina all’interno del parco dove si incontrano decine di opere costruite in calcestruzzo dipinto, marmo, ceramica, pietra, legno, mosaico, specchi, ferro e molto altro concepite sul luogo in stretto dialogo con l’ambiente, segnato dai sassi aridi del torrente ma anche dalla vegetazione lussureggiante, dalle preesistenze storiche e dai contenuti culturali. Nel pomeriggio visita guidata (solo esterni) di Palmi, situata sulla Costa Viola, su un terrazzo ai piedi dell’Aspromonte dominante il Mar Tirreno. Visita al Museo di Etnologia e Folklore Calabrese, che racchiude ricche collezioni di oggetti tradizionali e d’uso comune, costumi tipici e manufatti artigianali; l’Antiquarium Comunale con reperti dal V secolo a.C. all’XI secolo d.C., la Gipsoteca Michele Guerrisi, il Museo Francesco Cilea e la Pinacoteca, con opere di importanti artisti italiani e stranieri donate alla città natale dallo scrittore Leonida Repaci.

Quinto giorno: ESCURSIONE IN SICILIA DALLA CALABRIA: TAORMINA

Colazione in hotel. In prima mattinata trasferimento in bus a Villa San Giovanni e all’arrivo imbarco sul traghetto per il passaggio lungo lo Stretto di Messina. Arrivati a Messina proseguimento in bus verso Taormina. Tempo libero e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita guidata (solo esterni) di Taormina, dominata da numerose civiltà nel corso dei secoli. Il teatro ellenistico, quasi interamente ricostruito nel II sec. d.C., è orientato verso il mare e stabilisce un singolare e prestigioso rapporto con il paesaggio. La cavea è addossata a un poggio; la scena, di cui restano notevoli parti, è articolata da colonne e nicchie. Durante il Medioevo si realizzarono importanti interventi: la costruzione del Duomo, delle mura e del castello sul monte Tauro che domina la città, nel sito dell’acropoli greca. In serata rientro in hotel, cena e pernottamento.

Sesto giorno: ESCURSIONE TREKKING A GAMBARIE D’ASPROMONTE

Colazione in hotel. Partenza in bus per l’Aspromonte. Arrivo e incontro con la guida naturalistica per un’escursione Trekking a Gambarie d’Aspromonte, angolo di terra stupenda con sentieri per trekking e passeggiate di varie difficoltà, dove nascosti tra le foglie possiamo trovare mirtilli, fragole e lamponi. Tranquille passeggiate nei boschi secolari, ricchi di funghi o percorsi più impegnativi a piedi o in mountain bike tra una vegetazione mediterranea, aspra e selvaggia, ricca di colori e ruscelli, con acque limpide e pure. Tanti itinerari che portano il turista a visitare posti incantevoli e conoscere il fascino della natura e la ricchezza della flora e della fauna aspromontana. Pranzo con cestino fornito dall’hotel. In tardo pomeriggio rientro in hotel, cena e pernottamento.

Settimo giorno: PIZZO – PARTENZA CON VOLO DA LAMEZIA TERME – RIENTRO

Colazione in hotel e partenza verso l’aeroporto di Lamezia Terme. Sosta lungo il tragitto per la visita guidata (solo esterni) di Pizzo Calabro, centro peschereccio e balneare, costruito su una roccia a strapiombo sul mare. Nel castello aragonese venne fucilato Gioachino Murat, dopo lo sbarco del 1815 nel tentativo di far insorgere la popolazione locale. Accanto al castello sorge la collegiata di S.Giorgio, al cui interno sono conservate interessanti sculture del ‘500. Proseguimento per la visita della piccola chiesetta di Piedigrotta (interamente scavata nel tufo). Al termine della visita pranzo in ristorante. Proseguimento del viaggio con arrivo all’aeroporto di Lamezia Terme. Disbrigo delle operazioni di imbarco e partenza per il rientro. Arrivo all’aeroporto stabilito, ritiro dei bagagli e fine servizi.

La quota comprende:

Viaggio in Bus G.T. – Vitto e alloggio autista – Sistemazione presso nostro CITHOTEL in camere doppie con servizi – Trattamento di pensione completa dal pranzo del 1°gg. al pranzo del 7°gg. (il pranzo del 6°gg. è previsto con cestino fornito dall’hotel) – Bevande incluse ai pasti (1/4 di vino + ½ di acqua a persona a pasto) – Visite guidate come da programma – Traghetto A/R per la Sicilia – Ingresso al Museo Musaba di Mammola – Assicurazione medico/bagaglio.

La quota non comprende:

Nostro Accompagnatore – Ingressi a Musei, Monumenti, Chiese, Palazzi o altro menzionato nel programma – Tassa di Soggiorno (da pagarsi in loco, se dovuta) – Mance – Facchinaggio – Assicurazione Annullamento – Extra di carattere personale e tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.

RICHIESTA DI PREVENTIVO NON IMPEGNATIVO

TUTTI I CAMPI SONO OBBLIGATORI, SOLO IL CAMPO NOTE E' FACOLTATIVO

Il trattamento dei dati personali – il cui conferimento è necessario per la conclusione e l'esecuzione del contratto – è svolto, nel pieno rispetto del D. Lgs. 196/2003, in forma cartacea e digitale. I dati saranno comunicati ai soli fornitori dei servizi compresi nel pacchetto.