WEEK-END NELLA TERRA DEI GONZAGA





Primo giorno: PARTENZA – SABBIONETA E BRESCELLO

Ritrovo dei partecipanti secondo orario e luogo convenuto e partenza in Bus G.T. per la Lombardia. Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere, pranzo. Nel pomeriggio visita guidata (solo esterni) di Sabbioneta, fondata da Vespasiano Gonzaga Colonna tra il 1554/1556 e il 1591, anno della sua morte. Per Vespasiano Gonzaga, Sabbioneta doveva essere una fortezza e la potenza del suo circuito murario la rendevano sicuramente, a quei tempi, uno dei più muniti baluardi della Lombardia di dominio spagnolo. Il 7 luglio 2008 Sabbioneta è stata inserita assieme a Mantova nell’elenco dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO per la sua eccezionalità di città di fondazione costruita in poco più di trent’anni che rappresenta un perfetto esempio di applicazione delle teorie rinascimentali su come vada progettata una “città ideale”. Trasferimento quindi a Brescello. Poco rimane del passato storico di questo borgo di grande importanza strategica per il controllo della navigazione sul Po testimoniata dai reperti esposti nel Museo Archeologico. Oggi lo si visita invece per rivivere le atmosfere dei film che hanno avuto come protagonisti i personaggi di Don Camillo e Peppone, per ritrovare le magiche atmosfere dei paesi della bassa e respirare il fascino del set cinematografico che vide protagonisti gli intramontabili personaggi creati da Guareschi. (Su richiesta possibilità di visitare il Museo “Peppone e Don Camillo” o di effettuare un’escursione in battello sul Po). Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Secondo giorno: MANTOVA E LA NAVIGAZIONE SUL MINCIO

Colazione in hotel. In mattinata trasferimento a Mantova e imbarco in battello per un’escursione guidata lungo i Laghi di Mantova – Parco del Mincio. Dopo la partenza si naviga sul Lago Inferiore in vista dello scenario architettonico più classico della città gonzaghesca che si specchia nelle acque dei suoi laghi. La navigazione procede poi nella Vallazza fra le caratteristiche presenze di flora e fauna che vivono in questa zona umida protetta dal Parco Naturale del Mincio, dove fioriscono ninfee bianche e gialle e castagne d’ acqua. Nel pieno dell’estate è da notare la spettacolare fioritura del Fior di loto. La crociera consente di confrontare tre tipi di ambienti: lacuale, palustre e fluviale. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita guidata (solo esterni) al centro storico di Mantova, città di pianura ma circondata dai laghi realizzati a scopo di difesa bloccando il corso del Mincio. E’ la città dei Gonzaga la cui reggia (ovvero il Palazzo Ducale – visita solo esterni) è costituita da numerosi edifici collegati tra loro da corridoi e gallerie ed arricchita da cortili interni, alcuni pensili e vasti giardini.  Occupa una superficie di 34.000 metri quadrati con all’interno circa 500 sale oltre a Giardini e cortili ed è per estensione la seconda in Europa superata unicamente dal Vaticano. Visiteremo il centro storico partendo dal Castello di San Giorgio per toccare piazza Sordello, piazza e via Broletto, piazza delle erbe e piazza Mantegna con la basilica di Leon Battista Alberti. In serata rientro in hotel, cena e pernottamento.

Terzo giorno: SAN BENEDETTO PO E IL PRANZO/DEGUSTAZIONE IN CANTINA SOCIALE – RIENTRO

Colazione in hotel e partenza per la visita guidata al Monastero di San Benedetto in Polirone, fondato nel 1007 e fin dai tempi più antichi collegato con le abbazie di Cluny e di Montecassino. Matilde di Canossa amava a tal punto questo luogo che qui decise di farsi sepellire. La Chiesa attuale è opera di una trasformazione avvenuta nel ‘500 per opera di Giulio Romano che avvolge come in uno scrigno prezioso la chiesa di S.Maria del XI sec. con splendidi mosaici pavimentali. Si possono ammirare ancora oggi i chiostri, la sala del refettorio dipinta da Correggio, il cortile dei pellegrini, il chiostro dei secolari, la casa dell’abate, la biblioteca, l’infermeria, la sala del capitolo, la cantina, l’orto officinalis e le celle dei monaci che oggi ospitano il Museo Civico Polironiano, dedicato alla civiltà Contadina, ospita una rassegna di oggetti della cultura popolare padana: carri, attrezzi e arnesi usati nei campi, oggetti d’uso commune e una sezione dedicate ai burattini. Al termine ci spostiamo per una visita con pranzo/degustazione presso una Cantina Sociale dei dintorni situata nella zona di produzione del Lambrusco Mantovano DOC, una zona di antichissime tradizioni viticole e gastronomiche testimoniata dal ritrovamento di reperti davvero eccezionali tra cui anfore da trasporto di vino all’interno del Parco Archeologico del Forcello. Nel pomeriggio partenza per il rientro alla propria località previsto in serata.

RICHIESTA DI PREVENTIVO NON IMPEGNATIVO

TUTTI I CAMPI SONO OBBLIGATORI, SOLO IL CAMPO NOTE E' FACOLTATIVO

Il trattamento dei dati personali – il cui conferimento è necessario per la conclusione e l'esecuzione del contratto – è svolto, nel pieno rispetto del D. Lgs. 196/2003, in forma cartacea e digitale. I dati saranno comunicati ai soli fornitori dei servizi compresi nel pacchetto.